FENG SHUI: PATRIMONIO DELL’UMANITA’

A cura di Maria Vaglio                                    Corsi di Feng Shui e di Qi Gong a Roma.

stone-enge1

IL FENG SHUI E’ UN PATRIMONIO DELL’UMANITA’

Si fonda su principi archetipi connaturati a tutti gli esseri umani e per questo deve essere “ritrovato” all’interno di noi stessi.

In questa arte la filosofia taoista ha organizzato concetti profondissimi di un sapere comune a tutte le culture antiche.

Non si tratta di una antica “bioarchitettura” cinese….ma di principi che possono tuttora essere applicati a tutte le tipologie architettoniche, a tutti gli stili di arredo interno agli spazi abitativi, nei giardini e nelle stesse città, in culture e modalità di vita differenti.

La grotta per proteggersi e il fuoco davanti a sé per difendersi dagli animali sono immagini universalmente riconosciute, che migliaia di anni fa dettarono modalità insediative nel territorio per risolvere necessità di sopravvivenza. Gli stessi concetti sono tuttora presenti nella sensibilità più profonda di tutti esseri umani: la morfologia territoriale o la conformazione del tessuto cittadino, così come il clima e l’esposizione al sole e ai venti,  influenzano sensibilmente il vissuto umano.

Rispettare questa sensibilità, come indicato dai principi del Feng Shui, conduce alla realizzazione di ambienti e luoghi in armonia con la natura e con chi li abita e li vive.

“L’originaria sensibilità cinese tende a vedere la vita come qualcosa che pervade l’intero universo, e si manifesta non solo negli esseri viventi ma anche nei venti, nelle sorgenti, nei laghi, negli alberi, nelle rocce, nella terra” (Portoghesi, 1999).

Annunci